image1

Home

L’E.B.R.A., European Biomedical Research Association, è un'ente di persone impegnate nella ricerca e nell’insegnamento di materie biomediche che opera nei Paesi membri del Consiglio d’Europa.
E’ stata costituita per promuovere nell’opinione pubblica una visione realistica ed informata sull’importanza degli animali per la ricerca medica e veterinaria e nella sperimentazione.
La sezione italiana dell’E.B.R.A. è una sezione indipendente che opera in accordo con gli scopi primari dell’E.B.R.A. Europea ed è membro dell'European Coalition for Biomedical Research E.C.B.R.
Questa Associazione ha come obiettivi:

  • | informare l’opinione pubblica sui benefici che derivano dall’impiego degli animali nella ricerca e nella sperimentazione biologica e medica, a favore della salute e del benessere di uomini e animali
  • | sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di garantire agli animali da laboratorio buone condizioni di vita
  • | promuovere l’adozione di tutte le misure necessarie per raggiungere livelli ottimali nella sperimentazione animale e nella tutela degli animali da laboratorio
  • | sensibilizzare gli organi e le autorità competenti affinché vengano introdotte normative sulla sperimentazione animale che rendano possibile, da una parte, la necessità di utilizzare gli animali nella ricerca, dall’altra il benessere degli animali stessi;
  • | promuovere la costituzione di Comitati Etici

News

26 Apr 2017
Nuovi bollettini Ebra

Nuovi bollettini Ebra

Pubblicita (sez. Bollettini) i nuovi numeri del Bollettino Ebra


18 Nov 2016
Pubblicati i nuovi numeri di Ebra

Pubblicati i nuovi numeri di Ebra

Nella sezione BOLLETTINI sono stati pubblicati i numeri di EBRA di Aprile - Giugno e Luglio - Settembre.


24 Mar 2016
Nuovi bollettini Ebra

Nuovi bollettini Ebra

Caricati nella sezione BOLLETTINI, i relativi trimestrali per Ottobre Dicembre 2015 e Gennaio Marzo 2016 di EBRA


30 Nov 2015
Online il bollettino di Luglio - Settembre 2015

Online il bollettino di Luglio - Settembre 2015

Nella sezione Bollettini, disponibile al download l'ultimo numero di EBRA per il periodo Luglio - Settembre 2015.


11 Nov 2015
Direttiva e decreto di recepimento Presidente della Repubblica

Direttiva e decreto di recepimento Presidente della Repubblica

In allegato direttiva e decreto di recepimento presidente della repubblica

 

Direttiva

Decreto

 

 

 

 

 

 

 

 


28 Jul 2015
Online il bollettino di Aprile - Giugno 2015

Online il bollettino di Aprile - Giugno 2015

Nella sezione Bollettini, disponibile al download l'ultimo numero di EBRA per il periodo Aprile - Giugno 2015.


17 Mar 2015
Online il bollettino di Gennaio-Marzo 2015

Online il bollettino di Gennaio-Marzo 2015

Nella sezione Bollettini, pubblicato l'ultimo numero di EBRA per il periodo Gennaio - Marzo 2015.

Scaricabile anche al seguente link: http://www.ebra-italia.it/archivio/2014/gen-mar.pdf


27 Nov 2014
Online il bollettino di Ottobre-Dicembre

Online il bollettino di Ottobre-Dicembre

Nella sezione Bollettini, pubblicato l'ultimo numero di EBRA per il periodo Ottobre - Dicembre 2014.

Scaricabile anche al seguente link: http://www.ebra-italia.it/archivio/2014/ott-dic.pdf


Normativa

La Legge n° 924 del 12 giugno 1931 pone l’Italia all’avanguardia in materia di disposizioni che disciplinano la vivisezione sugli animali.

- Art.1: “la vivisezione e tutti gli altri esperimenti sugli animali vertebrati a sangue caldo (mammiferi ed uccelli) sono vietati quando non abbiano lo scopo di promuovere il progresso della biologia e della medicina sperimentale, e sono consentiti soltanto negli Istituti e laboratori scientifici del Regno, sotto la diretta responsabilità dei rispettivi direttori. Gli esperimenti che richiedono la vivisezione, a semplice scopo didattico, sono consentiti soltanto in casi di inderogabile necessità, quando, cioè, non sia possibile ricorrere ad altri sistemi dimostrativi”.

La Legge n° 615 del 1° maggio 1941, (GU n. 163 del 12/07/1941) modifica in parte la legge precedente ma non ne stravolge il senso. Modifica sensibile è l'ammissione all'utilizzo della sperimentazione animale anche negli istituti e negli enti privati che abbiano ottenuto l'autorizzazione da parte dell'autorità Rimangono i vincoli di “inderogabile necessità” degli esperimenti, di divieto di utilizzo di cani e gatti “salvo che sia ritenuto indispensabile…e non sia assolutamente possibile avvalersi di animali di altra specie”.

La Direttiva del Consiglio Europeo del 24 novembre 1986 (86/609/CEE) pone le basi unitarie per le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative alla protezione degli animali utilizzati per gli esperimenti scientifici.

L’Italia recepirà tale direttiva solo nel 1992 con il Decreto Legislativo 27 gennaio 1992 n.116 “Attuazione della direttiva n. 86/609/CEE in materia di protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici”. Scarica testo del Decreto Legislativo 27 gennaio 1992 n.116
Nel corso degli anni è cambiata la sensibilità dell’opinione pubblica riguardo alla sperimentazione animale: a questo proposito, in Italia la legge permette a medici, ricercatori, al personale sanitario e agli studenti universitari, che abbiano dichiarato la propria obiezione di coscienza, di non partecipare alle attività connesse con la sperimentazione animale.

L’8 settembre 2010 il Parlamento Europeo ha definitivamente approvato a larghissima maggioranza la nuova direttiva sulla protezione degli animali usati per scopo scientifico (Direttiva 2010/63/CEE).

Per quanto riguarda i test sugli animali per la produzione di prodotti cosmetici la “Direttiva 76/768/CEE del 27 luglio 1976 concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative ai prodotti cosmetici” è stata più volte modificata.
Nel 1993, la VI modifica - Direttiva 93/35/CE stabilì il divieto a partire dal 1° gennaio 1998 di utilizzare ingredienti sperimentati su animali. Tale data, però, fu prorogata diverse volte fino a diventare effettiva con l’entrata in vigore della VII modifica - Direttiva 2005/15/CE: l’Italia ha recepito tale Direttiva con il Decreto Legge n.° 50 del 15 febbraio 2005.
L’ 11 marzo 2009 è entrato in vigore l’ultimo divieto previsto dal Decreto Legge n.° 50/2005 relativo alla possibilità di utilizzare animali per valutare la sicurezza degli ingredienti e alla possibilità di commercializzare prodotti finiti testati sugli animali.
Per quanto riguarda gli esperimenti relativi alla tossicità da uso ripetuto, (tossicità a dosi ripetute, riproduttiva e la tossicocinetica) è stato fissato all’11 marzo 2013 il termine massimo per il divieto alla commercializzazione di prodotti cosmetici per i quali tali test sono effettuati.

Bollettini

2017

2016

2015

2014

2013